sabato 7 agosto 2010

LA CASA FARMACEUTICA MERCK AMMETTE: "ABBIAMO INOCULATO IL VIRUS DEL CANCRO"

Dalla divisione vaccini del'azienda farmaceutica MERCK arriva la sconvolgente ammissione di aver inoculato il virus del cancro per mezzo dei vaccini.

La scioccante  intervista ovviamente subito censurata, condotta dallo studioso di storia medica Edward Shorter per la televisione pubblica di Boston WGBH e la Blackell Science,
è stata tagliata dal libro " The Health Century" proprio a causa del suoi contenuti, l'ammissione che la Merck ha tradizionalmente iniettato il virus  micidiale (SV40 ed altri) capace di provocare il cancro, nella popolazione di tutto il mondo.

Questo spiegherebbe infatti l'aumento dell'insorgenza dei tumori negli ultimi cinquant'anni.

Questo  filmato,  contenuto nel documentario "In Lies we trust: the CIA, Hollywood  and Bioterrorism", prodotto e creato liberamente dalle associazioni di tutela dei consumatori e dall'esperto di salute pubblica, Dott. Leonard Horowitz, caratterizza l'intervista al maggior esperto di vaccini al mondo, il Dott. Maurice Hilleman, che spiega perchè la Merck ha diffuso l'Aids, la leucemia ed altre terribili malattie

Nei vaccini venduti al terzo mondo si è scoperto che questi contenevano l'ormone B-hCG, un anti fertile se immesso in un vaccino!!!
La Corte Suprema delle Filippine ha scoperto che oltre 3 milioni e mezzo di donne e ragazze hanno assunto questi vaccini contaminati, così come in Nigeria, Thailandia......

Per chi ancora non abbia avuto modo di vedere questi video scioccanti:


Sembrerebbe che oltre al profitto a qualsiasi prezzo, ci sia dietro anche un altro scopo: impedire alle donne dei paesi del terzo mondo di avere figli.........

9 commenti:

  1. il cancro non è un virus...questo la dice lunga sull'attendibilità di questo articolo

    RispondiElimina
  2. potrei mandarti dei link che forse ti interesseranno? ciao!!

    RispondiElimina
  3. ....QUESTO E' GENOCIDIO......ASSASSINI.....

    RispondiElimina
  4. Infatti!niente vaccini,meglio una sana influenza!

    RispondiElimina
  5. Ma nessuno risponde al primo commento che SPUTTANA letteralmente l'intero articolo?
    Per chiarezza integro che il video correttamente tradotto dice che un prodotto della Merck può, in condizioni particolari, portare al cancro, ma in questo non c'è niente di nuovo visto che è così per moltissimi medicinali e comunque si tratta di percentuali microscopiche.. un semplice papilloma virus non adeguatamente trattato porta al cancro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. caro "anonimo", il tuo fervore chiarifico risulta un tantino sospetto... Sappiamo, per quanto risulta da numerose indagini giornalistiche, scientifiche e di cronaca, che le industrie famaceutiche, da sempre, "aggiustano" i risultati delle ricerche con la complicità dei giornali "scientifici" ai quali versano ingenti somme di denaro per l'acquisto di spazi pubblicitari e altro. Dalla cronaca nera veniamo informati (anche se poco), della inoculazione a mezzo vaccini ai nostri soldati di sostanze non menzionate nel "bugiardino" (il foglietto informativo...), tali da scatenare la "sindrome del golfo" e provocare reazioni gravissime e, spesso, la morte del malcapitato (senza contare le malformazioni ai feti dei loro figli). Ora, credi veramente che il tuo appunto sia rilevante al fine di chiarire la questione di cosa hano fatto le varie Merck sulla popolazione civile?

      Elimina
  6. Risposta al primo commento? Che il cancro sia un virus è una straordinaria ammissione! Pensavi che fossero le stesse case farmaceutiche che l'hanno inoculato per decenni e che godono di enormi finanziamenti alle ricerche sulle "cause del cancro" a rivelartelo? La tua affermazione si basa sulle ricerche falsate che producono cure inutili e costose e non sputtana certo
    l'intero articolo.

    RispondiElimina
  7. ... ma poi scusate: anche ammesso che il cancro non sia un virus, come sostiene il primo anonimo (non risultava nemmeno a me, ma non sono dottore e soprattutto non sono un'esperta del ramo...), è evidente che si tratta di un'imprecisione o di un errore di traduzione ed è meglio spiegato in seguito. Quanto al fatto che ciò inficierebbe l'intero articolo, credo che se si trattasse di una falsità dimostrabile la MARCK per prima avrebbe querelato, denunciato, diffidato e non so che altro quel ricercatore - e non si parlerebbe di censura perché tutti i media ci avrebbero imbottito la testa con questo ulteriore scandalo contro le multinazionali del farmaco che tanto tengono alla nostra salute (?)

    RispondiElimina
  8. A parte ( spero) la svista del " ABBIAMO INOCULATO IL VIRUS DEL CANCRO ", l'articolo non è sbagliato. Da medico dico questo, poi ognuno rifletta e tragga le conclusioni che vuole.

    - Ogni anno i medici che esercitano la "libera" professione ricevono montagne di soldi, vacanze e premi se si da un farmaco rispetto ad un altro.
    - Tra colleghi se ne parla tanto sul reale beneficio dei vaccini, io di persona ho assistito nel corso della mia carriera, alla somministrazione di vaccini che hanno portato bambini perfettamente sani ai più svariati tipi di problemi, dall'autismo alla totale paralisi fisica ( annotando caso per caso, e nazione per nazione).
    - Lo stesso vale per la chemioterapia in un certo modo siamo " obbligati" a farla fare ma amici oncologi non la farebbero loro, ne la farebbero fare a famiglia e amici.
    - La disinformazione regna sovrana in tutti i posti, Tv, giornali, e web compreso, so personalmente di medici pagati da case farmaceutiche per ridicolizzare delle "teorie" e questa forse è la forma più "Civile".
    - Guardate cosa sta facendo la MERCK in Grecia, non hanno i soldi, loro non mandano i farmaci per curare le persone, cioè " finché paghi ok, se non paghi muori". Tra le altre cose sono quotate in borsa, non ci vuole molta logica per capire che l'unisco scopo sono i soldi.
    -Per chi ha scritto " comunque si tratta di percentuali microscopiche" non è esatto, ho visto personalmente bambini sani, perfettamente sani rovinati da un vaccino e non sono " percentuali microscopiche " ho registrato solo in Italia più di 150 casi a me noti. E sentire " comunque si tratta di percentuali microscopiche " denota una mentalità razzista.
    Ogni vita è importante e vedere bimbi sani ridotti a larve umane o peggio la morte è inaccettabile da medico.
    - La dura realtà è questa mi fermo qui.

    P.s
    Vi prego, se vedete alla TV la pubblicità che dice " La cellulite è una malattia " proteggete le vostre figlie da questa menzogna, la cellulite non è una malattia, basta mangiare sano e fare sport , NON SERVE ALCUN FARMACO. Ultima nota, per vivere bene, in salute e senza dover prendere farmaci, basta fare due cose semplici, mangiare sano e fare attività fisica.

    Un saluto all'Italia e a voi tutti.

    ( scusate eventuali errori ma manco da un pò di tempo dal Bel Paese.

    RispondiElimina

Follow by Email