domenica 30 settembre 2012

IL MISO, PREZIOSO ALLEATO DELLA SALUTE


Il re dei condimenti nipponici,  per il suo sapore intenso e ancor più per le sue proprietà benefiche 






Questo alimento nasce dalla fermentazione, lunga dai 18 ai 24 mesi, di soia, sale marino e cereali (di solito riso o orzo) effettuata in grandi barili di cedro. 
Le origini del miso si perdono dalla notte dei tempi, ma la ricetta vera e propria del miso nacque intorno al 600 d.C ad opera dei monaci buddhisti cinesi. 

Da quel momento in poi il miso ebbe una larghissima diffusione e giunse anche in Giappone sotto l’impulso del buddhismo Zen, filosofia alla cui base vi è la ricerca  della sobrietà e l’armonia in ogni aspetto della vita, anche nella cucina, e il miso è l’alimento che meglio rappresenta questo spirito.

Il miso è un alimento straordinario soprattutto per la qualità delle proteine contenute.


Infatti, durante la fermentazione, queste proteine provenienti dalla soia, vengono demolite e  ridotte ai loro singoli costituenti: gli aminoacidi. Questa fase di “pre-digestione” garantisce la loro piena assimilazione e un’altissima digeribilità.   
Il miso è ricchissimo di sali minerali, oligoelementi, vitamine ed enzimi. In particolare gli enzimi, non solo agiscono nella fermentazione rendendo più digeribili le proteine, ma svolgono inoltre un’azione positiva sulla flora batterica intestinale, migliorando in tal modo l’assimilazione dei cibi e potenziando le difese contro le malattie intestinali.
Secondo una ricerca compiuta dal Centro nazionale giapponese contro il cancro, una zuppa di miso al giorno riduce i rischi di tumori al seno, in virtù delle proprietà anticancerogene della soia.

Possiamo  così riassumere gli effetti positivi del miso:

  • Aumenta l’energia: il miso contiene glucosio e ci fornisce energia.    In inverno, i piatti conditi con miso aiutano a non sentire il freddo.
  • Favorisce un corretto metabolismo in quanto  è ricco di sali minerali.
  • E' utile nei disturbi cardiaci: il miso contiene acido linoleico e lecitina, che hanno  la capacità di sciogliere il colesterolo nel sangue e di ammorbidire i vasi sanguigni. E quindi particolarmente indicato nella prevenzione dell'arteriosclerosi e dell'ipertensione.
  • E' utile per ridurre  gli effetti di  eccessi di fumo e  alcool.
  • E' un prezioso alleato di  bellezza: il miso migliora la vitalità di pelle e del sangue, favorendo il ricambio dei tessuti, rendendo la pelle luminosa e i capelli splendenti e vitali.
  • E' utile nella prevenzione di  allergie e tubercolosi.
  • Ha un'azione protettiva sul fegato.

Il miso può essere usato per preparare minestre e tazze di brodo caldo, ma anche per insaporire risotti e verdure cotte. In ogni caso è importante non farlo bollire e questo serve a  preservare gli importanti fermenti vivi che lo compongono. 
Se ne consiglia un cucchiaino al giorno (anche mezzo in estate) sciolto nella  zuppa di miso. Viene anche utilizzato come ingrediente di alcune salse. 
Si fa sciogliere insieme a un po’ di brodo o acqua calda, senza fargli mai raggiungere l’ebollizione. 


Ecco la ricetta classica della zuppa di miso:

RICETTA  BASE per 4 persone.

Ingredienti
- alga wakame 6 cm
-1 cipolla tagliata a mezzaluna
-1 carota tagliata a rondelle sottili
- cipollotto tagliato finemente
-miso 2-3 cucchiaini
-acqua 2-3 tazze
Preparazione
Mettere l'alga a bagno per 5-10 min. Tagliarla finemente.
Nel frattempo mettere a bollire l'acqua (compresa quella di ammollo dell'alga).
Mettere a cuocere nell'ordine: wakame, cipolla, carota, per 10 -15 min.
A parte sciogliere il miso con  un po' d'acqua della zuppa, aggiungerlo alla zuppa e far sobbollire per 3-5 minuti.
Si può servire con aggiunta del cipollotto tagliato finemente. 
Va bene per tutti e in tutte le stagioni.



Al prossimo post,
Monica

2 commenti:

  1. Cercavo proprio una ricetta per il miso visto che l'ultima volta che l'ho usato ne ho messo troppo ed era venuto probabilemnte troppo intenso, seguirò invece queste quantità più precise!! e complimenti per il bel blog :)che aggiungo ai miei preferiti! buon lavoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      grazie per i complimenti, fanno sempre piacere :-)
      ho visto che hai anche tu due blog.. andrò a visitarli molto volentieri!
      Fammi sapere se la ricetta ti è stata utile..
      buona vita!
      Monica

      Elimina

Follow by Email