mercoledì 19 settembre 2012

CISTITE E RIMEDI NATURALI


La cistite è un disturbo infiammatorio della vescica che colpisce con maggior frequenza il sesso femminile rispetto a quello maschile.
Il motivo va ricercato nel fatto che nel sesso femminile l’uretra, che è il piccolo condotto che che unisce il collo della vescica all'esterno e che consente di espellere l’urina, è molto più breve: 3 – 4 cm contro i 20 cm dell’uomo.
I sintomi della cistite variano e dipendono dalla severità con la quale si manifesta.
In genere è caratterizzata da un aumento del numero delle minzioni nella giornata (pollachiuria) che spesso risultano dolorose (stranguria);  
da una particolare sensazione di dover urinare ancora alla fine della minzione (tenesmo, dovuto allo spasmo della muscolatura della vescica irritata dall’infiammazione); 
senso di peso al di sopra del pube; bruciore. Possono manifestarsi febbre più o meno alta, nausea, vomito.
L’esame delle urine mostra spesso  un'abbondante quantità di leucociti (piuria),  anche in assenza di batteri, e da una batteriuria che quando è importante (superiore a 100.000 unità/ml) richiede un esame colturale.


L’infezione è quasi sempre provocata da batteri che normalmente popolano l’ultimo tratto dell’intestino.
Nella maggioranza dei casi il responsabile della cistite  è l’Esterichia Coli, seguito in ordine di importanza dal Proteus Vulgaris e dal Klebsiella. 
Una scorretta manovra durante le quotidiane operazioni di igiene intima può essere in grado di trasportare batteri in prossimità dell’apertura uretrale, favorendo il proliferare dei batteri.
Vi sono alcune condizioni che possono favorire l'insorgere della cistite:
  • Alimentazione scorretta;
  • situazioni di stress, soprattutto cronico;
  • sistema immunitario debilitato a causa di  terapia antibiotica;
  • utilizzo di tamponi interni;
  • eccessiva o scarsa igiene intima;
  • biancheria intima sintetica o colorata di nero;
  • indumenti molto stretti;
  • utilizzo del diaframma e di creme spermicide, che diminuiscono l’acidità vaginale favorendo  così la contaminazione batterica;
  • rapporti sessuali;
  • diverticoli;
  • diabete: la presenza di glucosio nelle urine (glicosuria) favorisce la crescita batterica;
  • ipertrofia prostatica;
  • autocateterismo.

Vi sono numerosi rimedi naturali da poter affiancare ad una terapia antibiotica che talvolta risulta necessaria.
Si consiglia in ogni caso di consultare il proprio medico.
Il  rimedio naturale più utilizzato è l’Uva Ursinapotente antibatterico delle vie urinarie,  sia come estratto secco in capsule sia in gocce. 
La cistite è spesso recidivante ed in questi casi sulla parete della vescica si possono formare cicatrici dove può insediarsi una successiva infezione.  E' indicato bere un infuso o prendere 50 gocce  di Uva Ursina in un  bicchiere d’acqua tutte le sere e la mattina a digiuno. Per rafforzarne l’effetto si consiglia di aggiungere nell’acqua un cucchiaino di bicarbonato di sodio.  
Un altro ottimo rimedio in questi casi è l’Equiseto che ha proprietà antibatteriche, antisettiche e rimineralizzanti. 
Anche il macerato glicerico di mirtillo rosso è indicato nelle cistiti recidivanti per le sue proprietà antibatteriche: ne vanno assunte 50 gocce un quarto d’ora prima di cena.
Un altro ottimo prodotto ci viene in aiuto dalla lontana Australia: il tea tree oil.
Lo si può trovare sotto forma di olio essenziale (pochissime gocce e sempre diluito!) o di opercoli da assumere a digiuno.
La Pilosella (hieracium pilosella) con il suo contenuto di  idrossicumarine è un ottimo   antibatterico, ed inoltre  la pianta possiede anche attività diuretica e attiva i processi riparativi della mucosa vescicale. 
Per stimolare le difese immunitarie si possono usare piante come l'echinacea e l'eleuterococco.
Infine, ma non per importanza, è utile l'utilizzo di probiotici per il ripristino dell'omeostasi intestinale, valutando anche l'uso di probiotici specifici per la salute dell'apparato uro- genitale.


Al prossimo post,
Monica

1 commento:

  1. Contro la cistite ho trovato un buon integratore che combatte i sintomi così dolorosi e fastidiosi. Si chiama Rubis. si trova in farmacia ed è indicato per curare infiammazioni e infezioni delle vie urinarie. è così efficace grazie all'attività antiossidante del melograno e all'azione antibatterica del Cranberry.

    http://www.cristalfarma.it/it/prodotti/rubis.html

    RispondiElimina

Follow by Email