sabato 22 settembre 2012

RIMEDI NATURALI PER LA SINDROME PREMESTRUALE (PMS)



Con il termine Sindrome Premestruale (PMS) si intende quell’insieme di sintomi che caratterizzano i giorni che precedono il ciclo  mestruale.
Generalmente si manifesta circa dai 10 ai 4 giorni prima del ciclo e migliora o, nella maggior parte dei casi, scompare con l’inizio delle mestruazioni. 
Sette donne su dieci soffrono di sindrome premestruale, in forma più o meno importante, in alcuni casi tanto da interferire con le attività quotidiane.
Tra i sintomi, che non compaiono necessariamente insieme e che variano da donna a donna,
ricordiamo tra i quelli fisici:

• sensazione di gonfiore, soprattutto a livello addominale
• ritenzione idrica
• costipazione o diarrea
• mal di testa
• dolore al seno
• nausea
• vampate di calore

• variazione dell’appetito
• dolori pelvici, alla schiena e muscolari
• stanchezza, spossatezza
• aumento di peso

Inoltre possono essere presenti anche sintomi "psicologico- emotivi" tra i quali:
• variazione dell’umore
• irritabilità
• inquietudine

• disturbi del sonno
• difficoltà di concentrazione
• alterazione del desiderio sessuale
• perdita di interesse verso le attività quotidiane

• insicurezza
• ansia
• malinconia


Le cause della PMS sono ad oggi sconosciute.  L’ipotesi principale è un eccesso o difetto di estrogeni e progesterone o uno squilibrio del loro rapporto ma anche della prolattina (ormone ipofisario),  aumento dell’aldosterone (surrenale), bassi livelli di serotonina o disfunzioni tiroidee.

Altro organo da prendere in considerazione è il fegato, in quanto attore principale del metabolismo ormonale; un miglioramento delle sue funzionalità influisce positivamente sulla sindrome premestuale.

Possiamo agire ottenendo buoni risultati apportando cambiamenti alla dieta, in particolare
adottando un'alimentazione che mantenga stabile glicemia e insulinemia, contenendo infiammazione e cali di serotonina. Le azioni principali sono:
  • uso moderato di amidi (pasta, pane, biscotti, fette biscottate, prodotti da forno vari, patate ecc.)
  • sostituzione dei cereali raffinati con quelli integrali, di ogni tipo (frumento, riso, farro, kamut, segale, orzo ecc.) e forma (farina, pasta, pane ecc.)
  • eliminazione di dolci di ogni tipo, bibite industriali e zucchero
  • assunzione di abbondante verdura ad ogni pasto
  • introduzione di una prima colazione abbondante.
  • consumo di porzioni di frutta a metà mattina e pomeriggio
  • infine, consumo di legumi in genere e soprattutto soia, che contiene buoni quantitativi di fitoestrogeni, molecole vegetali che possono aiutare  a riequilibrare l'assetto endocrino femminile.

Ridurre caffè, tè, cioccolato e coca cola è utile per limitare l'introito di metilxantine, che esacerbano i sintomi della sindrome premestruale.
Importante diminuire il consumo di latte, i suoi derivati e la carne (in particolare quella bovina).

Infine ridurre drasticamente tutti gli alimenti ad alto contenuto di sale.

Alcuni rimedi naturali che aiutano a contrastare i sintomi della PMS sono:
  • Iperico: è noto per le sue proprietà tranquillanti, antispastiche. È utile nei casi di disturbi e crampi mestruali, dolori muscolari da sforzo, diarrea, nevralgie, traumi e lesioni, insonnia, malumore, malinconia, ansia, agitazione nervosa.
  • Betulla: è ricca di flavonoidi, saponine, olio eterico. Secondo letteratura è particolarmente efficace come drenante.
  • Agnocasto: è utile in caso di dolore al seno, irritabilità, ritenzione idrica. Ha l’importante funzione di regolarizzare il ciclo mestruale e gli ormoni femminili, riequilibrando soprattutto la produzione di estrogeni e progesterone.
  • Oli di borragine (Borago officinalis) e di enotera (Oenothera biennis), in perle.
  • Lampone (Rubus idaeus) gemmoderivato.
  • Vitamine del gruppo  B ed in particolare la vitamina B6
  • Magnesio
Ottimo l'utilizzo dei Fiori Australiani che possono essere molto utili, tra questi ricordiamo in breve:
  • She Oak : rimedio  d'eccellenza per la PMS, in particolare per la ritenzione idrica.
  • Crowea: calmante e riequilibrante
  • Mulla Mulla: vampate di calore
  • Peach Flowered tea: per gli sbalzi d'umore 
Esiste una formulazione  combinata di Fiori Australiani  chiamata "Equilibrio Donna" che è utile in varie situazioni oltre che per la sindrome premestruale. In genere  è utile per donare equilibrio femminile, calma, stabilità, capacità di gestire il cambiamento, apprezzamento della femminilità.
Contiene le Essenze dei Fiori Australiani Billy Goat Plum, Bottlebrush, Bush Fuchsia, Crowea, Five Corners, Mulla Mulla, OId Man Banksia, Peach-flowered Tea Tree, She Oak.
I Fiori Australiani vanno assunti due volte al giorno, al risveglio e prima di coricarsi, prendendo sette gocce sublinguali.


Al prossimo post,
Monica

1 commento:

  1. A volte non chiaro distinguere i sintomi...vi consiglio questo TEST - SOFFRI DI SINDROME PREMESTRUALE? http://goo.gl/Fa3IRL

    RispondiElimina

Follow by Email